Caos al Distretto Sanitario di Salerno, grave carenza di personale amministrativo, a rischio le prestazioni agli utenti.

Caos al Distretto Sanitario di Salerno, grave carenza di personale amministrativo, a rischio le prestazioni agli utenti.

La segreteria territoriale della Cisl Fp di Salerno denuncia la grave carenza di personale amministrativo presso gli uffici CUP/Ticket ed Esenzione Reddito del Distretto 66 di Salerno, criticità ormai cronica presso questo distretto e ufficio – dichiarano il Segretario Provinciale Cisl Fp Alfonso Della Porta e il Capo Dipartimento Sanità Pubblica e Privata Pietro Antonacchio come altrettanto evidente in tutte le strutture sia ospedaliere che territoriali dell’azienda sanitaria salernitana. La grave criticità determinatasi non è più sostenibile anche alla luce del fatto che il carico di lavoro per il personale ivi operante risulta abnorme, anche a seguito della situazione che operatori beneficiano a giusto titolo causa dei permessi per assistere familiari disabili ex legge 104/92, di permessi e di trasferimenti che creano un ulteriore aggravio operativo necessario per garantire prestazioni burocratico e amministrative che si ripercuotono direttamente sui cittadini. Parliamo di operatori che

fronteggiano un numero eccessivo di utenti con turni asfissianti e con continui salti di riposo, costretti sempre più a destreggiarsi per evitare ovvero contrastare aggressioni fisiche e verbali incalzano – il Segretario Provinciale Della Porta e il Capo Dipartimento Antonacchio – in assenza di alcuna adeguata valorizzazione professionale ed economica, purtroppo mai prevista nonostante le continue sollecitazioni da parte di tutti i sindacali nelle precedenti gestioni dell’Azienda nonostante tutti gli sforzi che il personale da sempre sostiene, anche rischiando in prima persona per eventuali errori economici derivante dalla convulsione con cui sono costretti a svolgere i propri compiti. Eppure la segreteria Cisl Fp più volte ha richiesto una premialità specifica per gli addetti operanti nei front office, agli sportelli, al CUP, al ticket e alle pratiche di esenzione ma soprattutto per un adeguamento del personale amministrativo e tecnico attraverso reclutamenti ance al fine di valorizzare percorsi interni di progressione di carriera. Ad oggi, la situazione non è più tollerabile, anche alla luce del fatto che la oramai cronica carenza di personale amministrativo, situazione estremamente non attenzionata dalle precedenti direzioni, non mette in condizione la direzione del distretto e tutte le direzioni amministrative di ogni centro di costo dell’azienda di poter trovare soluzioni adeguate a fronteggiare il carico di lavoro notevole, attesa la moltitudine di utenti che afferiscono agli sportelli per il disbrigo di pratiche attinenti a salvaguardare la propria posizione di utenti fragili ovvero bisognevoli di presa in carico da parte dell’ASL salerò concludono i dirigenti della CISL FP .Appare evidente la necessità di un autorevole intervento della Direzione Strategica attraverso reclutamento di personale amministrativo urgente da adibire agli uffici CUP/Ticket ed Esenzione Reddito, anche al fine di tutelare e salvaguardare la salute e il benessere psico fisico dei lavoratori interessati.
Pietro Antonacchio
Alfonso Della Porta
Firme autografe omesse ai sensi
dell’art. 3 del D.lgs. n. 39/1993