Giugno e quattordicesima non pagati, le ditte dei rifiuti disertano l’incontro al Comune di Albanella. La Fiadel: «Lavoratori stremati e pronti allo sciopero»

Giugno e quattordicesima non pagati, le ditte dei rifiuti disertano l’incontro al Comune di Albanella. La Fiadel: «Lavoratori stremati e pronti allo sciopero»

Stipendi non pagati, le ditte del ciclo dei rifiuti non partecipano all’incontro al Comune di Albanella. Il summit è stato disertato dalle aziende Gf Scavi e Sra, che gestiscono il settore sul territorio comunale. A indire l’incontro, cui era presente il solo vicesindaco Giovanni Mazza, è stato l’Ente di Palazzo di Città su richiesta della Fiadel, dopo che gli operatori non hanno ricevuto lo stipendio di giugno e la quattordicesima. Solo da poco è stata invece versata la mensilità di maggio. «Una precarietà che crea grande tensione – sottolinea il segretario provinciale della Fiadel, Angelo Rispoli – Una storia che ormai si ripete ogni mese. Questa mancanza di confronto da un lato spinge i lavoratori verso la disperazione, dall’altra verso lo sciopero che verrà indetto dopo la procedura di raffreddamento, con termine fissato il 29 luglio».