Sospensione attività U.O.C. Chirurgia Generale P.O Polla. Richiesta urgente

Prot. N° 0031                                                                                                                                            Polla, 13 Maggio 2022

Al Direttore Generale ASL Salerno

Al Direttore Sanitario

Al Direttore Amministrativo

Al Direttore Sanitario P.O. Polla

Al Direttore Amministrativo

Al Dirigente Servizio Gestione Risorse Umane

Al Responsabile Relazioni Sindacali

Ai Delegati RSU

Ai Lavoratori interessati

Sospensione attività U.O.C. Chirurgia Generale P.O Polla. Richiesta urgente

In riferimento all’oggetto, i sotto firmatari della presente, in qualità di delegati della RSU per la CISL FP Salerno, segnalano che la sospensione delle attività di ricovero sia urgenti che elettive, dell’U.O.C Chirurgia Generale del P.O. di Polla, adottata con provvedimento del Direttore Sanitario del P.O. Polla prot. n. PG/2022/104339, necessita di urgente risoluzione al fine di ripristinare un servizio essenziale per la comunità locale, già ampiamente provata da oltre due anni di pandemia, che come noto ha ritardato e rimandato numerose prestazioni sanitarie ed interventi chirurgici con una diminuzione dell’assistenza sanitaria che lede il diritto alla salute dei cittadini.

Assistiamo ciclicamente a monologhi con promesse di potenziamento dei servizi e del personale, per poi constatare un continuo impoverimento delle prestazioni e di Professionisti Sanitari del Presidio Ospedaliero di Polla che è bene ricordare, ricade in un’area a Sud di Salerno, geograficamente disagiata e lontana da altri nosocomi, alimentando la migrazione sanitaria verso altri centri sanitari anche fuori Regione, determinando nel concreto una grave contrazione nella possibilità di accesso dei cittadini alle cure e all’assistenza sanitaria.

Inoltre a nostro avviso, risulta evidente una gestione approssimativa e senza programmazione, visti gli enormi problemi e le gravi criticità che già da qualche tempo si stanno riscontrando, segnalati anche da lavoratrici e lavoratori e che troppo spesso apprendiamo dagli organi di stampa, atteso che nessuna informazione viene effettuatadirettamente dall’ASL.

Segnaliamo ancora, qualora non sia ben chiara la criticità, che la sospensione delle attività dell’U.O.C. di Chirurgia rappresenta solo l’ultima tassello di una ben nota carenza di personale in quasi tutte le Unità Operative con degli acuti in Ortopedia, Pediatria, Neurologia, Rianimazione e Radiologia, che sta compromettendo gravemente il rispetto della garanzia dei LEA e di conseguenza, il diritto alle cure, con l’impossibilità per cittadine e cittadini di essere sottoposti ad interventi, ad esami diagnostici e riabilitativi, con l’ulteriore prolungamento senza fine delle liste di attesa ed il conseguente abbandono di tutti quei malati cronici o soggetti che dovrebbero essere sottoposti ad attività di monitoraggio e di prevenzione.

Per quanto sopra rappresentato, chiediamo immediate soluzioni definitive, tenuto conto che in tale situazione non è possibile assicurare la normale attività assistenziale, fortemente preoccupati per la tenuta dell’intero sistema sanitario, a partire dall’integrità psicofisica di lavoratrici e lavoratori che sono di nuovo chiamati a far fronte a carenzedi organico nonché per cittadine e cittadini che vedono venir meno l’accesso alle cure e quindi la lesione ad un diritto Costituzionalmente garantito.

In attesa di un riscontro, porgiamo distinti saluti

I DELEGATI RSU AZIENDALI ASL SALERNO

Antonio Cervone – Gianfranco Climaco – Giuseppe Procaccio

E-mail: [email protected] – sito web: https://cislfpvallodidiano.wordpress.com